lunedì 14 ottobre 2013

Torta rustica



BUONISSIMA CALDA O FREDDA E A QUALSIASI ORA....
Ricetta tratta dal mensile ALICE CUCINA

INGREDIENTI

200 g di pasta sfoglia o una confezione già pronta
300 g di petto di pollo
250 ml di panna da cucina fresca
150 g di caciotta
1/2 cipolla
1/2 porro
1 costa di sedano
2 uova
50 g di parmigiano grattugiato
q.b. di burro
q.b. di olio evo
q.b. di sale e pepe

PROCEDIMENTO

Mettiamo la carne in un pentolino, copriamola con dell'acqua, aggiungiamo la cipolla e un pizzico di sale;
facciamo cuocere fino a renderla morbida quindi scoliamola e tagliamola a listarelle sottili.




Puliamo, laviamo il sedano e il porro quindi tagliamoli a tocchetti tenendo da parte le foglie del sedano che andranno tritate separatamente.
In una padella facciamo rosolare l'aglio con 2 cucchiai d'olio evo quindi aggiungiamo il sedano e il porro.




In una ciotola raccogliamo la panna, l'uovo, le foglie di sedano tritate e 1 cucchiaio di parmigiano;
mescoliamo bene quindi aggiungiamo il pollo e il soffritto ormai raffreddato.
Stendiamo un strato piuttosto sottile di pasta sfoglia o come nel mio caso, srotoliamo quella già pronta;
imburriamo una teglia da 15 cm di diametro e foderiamola con la pasta, facendola aderire bene ai bordi. Bucherelliamo il fondo con una forchetta, tagliamo a fettine la caciotta e distribuiamone circa la metà sul fondo.



Copriamo con il composto, aggiungiamo le fettine avanzate di caciotta e con la pasta avanzata, ricaviamo delle strisce con cui guarniremo la torta. Lucidiamo con il tuorlo d'uovo.


Cottura in forno caldo a 175°C per 40 minuti.
Sforniamo lasciamo raffreddare quindi sformiamo e serviamo.


Il gioco è fatto buon appetito...!!!!



4 commenti:

  1. ciao! che torta deliziosa ed appetitosa! bravissimo :-)
    appena iscritta al tuo blog!
    ti aspetto da me!
    http://ladanzadeisensi.blogspot.it/

    RispondiElimina
  2. Grazie Giusy vengo subito a dare un'occhiata al tuo blog

    RispondiElimina
  3. vado matta per le torte rustiche, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Silvia un'abbraccio e alla prossima

      Elimina